Tecniche di progettazione BIM

Tecniche di progettazione BIM

Prezzo

€ 660,00 IVA INCLUSA
A carico del partecipante € 198,00 pari al 30% (70% finanziato dalla Città Metropolitana di Torino)

Durata

60 ore (57 + 3 prova finale)

Titolo di studio

Diploma di Scuola secondaria di secondo grado o laurea ad indirizzo tecnico – settore tecnologico con indirizzo costruzioni-ambiente-territorio.

Frequenza

Obbligatoria per almeno 2/3 del monte ore

Credits

Nr. 60

ENTE

Fondazione dei Geometri di Torino e Provincia

Sede

Via Toselli, 1 – Torino

Posti

Max 16

Validità

2019-2021

Descrizione

Il BIM (Building information modelling – in italiano: Modellizzazione delle Informazioni di Costruzione) è una mentalità, un modo di lavorare diverso e indica un metodo per l’ottimizzazione della pianificazione, realizzazione e gestione di costruzioni tramite aiuto di un software, attraverso il quale tutti i dati rilevanti di una costruzione possono essere raccolti, combinati e collegati digitalmente. Grazie alla metodologia BIM l’edificio viene “costruito” prima della sua realizzazione fisica mediante un modello virtuale e attraverso la collaborazione di tutti gli attori coinvolti nel progetto. La costruzione virtuale è visualizzabile inoltre come un modello geometrico tridimensionale.

La caratteristica principale del BIM è che già dalle prime fasi, all’interno degli oggetti che si disegnano o progettano, come muri, porte, finestre, solai, sono presenti non solo le informazioni grafiche (cioè come vengono rappresentati in una pianta o in una sezione), ma anche tutte quelle informazioni che serviranno anche in seguito per gestire il progetto, ad esempio la trasmittanza termica, l’isolamento acustico ecc.

Il BIM è un metodo di progettazione collaborativo in quanto consente di integrare in un unico modello le informazioni utili in ogni fase della progettazione: architettonica, strutturale, impiantistica, energetica e gestionale. Permette di progettare su più dimensioni, nel senso che coinvolge tutti gli attori che collaborano alla progettazione, alla gestione e al ciclo di vita di un edificio; per questo può essere utilizzato dagli impiantisti, dagli ingegneri strutturisti, dai tecnici del settore (architetti e geometri), dal costruttore, dai montatori, dai collaudatori ecc. Offre molteplici vantaggi come: maggiore efficienza e produttività, meno errori, meno tempi morti, meno costi, maggiore interoperabilità, massima condivisione delle informazioni, un controllo più puntuale e coerente del progetto. Inoltre un progetto BIM dà la possibilità alla committenza di avere un’elaborazione virtuale del ciclo di vita dell’edificio, anche dopo la fase di progettazione; in questo modo è più semplice monitorare la vetustà dei materiali e programmare meglio la manutenzione.

Verifica preliminare

Per la partecipazione al corso è richiesta una buona conoscenza del sw Autocad in ambiente 3D. Tale requisito sarà considerato condizione necessaria per la partecipazione al corso e verrà specificamente evidenziato in sede di iscrizione, dove sarà richiesto all’utente di autocertificarne il possesso tramite apposita dichiarazione oppure esibendo eventuali attestati di partecipazione a corsi Autocad 3D.

Obiettivi

Obiettivo dell’UF è quello di fornire le competenze necessarie per la realizzazione di un progetto architettonico utilizzando la metodologia BIM. Allo scopo, prima di trattare la metodologia vera e propria, verranno brevemente riprese le tecniche di rendering. Successivamente, attraverso esercitazioni pratiche e casi di studio saranno trattati e sviluppati con metodologia BIM differenti progetti architettonici in modo da capire le diverse fasi del progetto e le informazioni necessarie per la descrizione compiuta del modello di edificio. Nella trattazione sarà utilizzato il sw Archicad del quale il docente illustrerà le logiche di funzionamento con lo scopo di mettere in grado i partecipanti di gestire ogni fase progettuale.