Adempimenti annuali

Adempimenti annuali e versamento contribuzione 2020

Dal 2020 la dichiarazione reddituale deve essere presentata direttamente alla Cassa Geometri entro il 30 settembre e non più tramite la sezione III del quadro RR del modello Redditi PF dell’Agenzia delle Entrate e i contributi previdenziali devono essere versati direttamente alla Cassa.

Non devono presentare la dichiarazione i geometri praticanti e i geometri iscritti nel corso del 2020 (neo iscritti 2020 e re-iscritti 2020 che nel 2019 non erano iscritti).

Per l’anno 2020, il servizio Portale Pagamenti – “Pagamento Contributi Anno Corrente”, propone automaticamente n. 3 rate con cui saldare la contribuzione minima dovuta,  in base alle scadenze del 27 aprile, 27 giugno e  27 agosto.  E’ possibile decidere in modo  flessibile quali rate pagare e quando, senza che vengano applicati maggiori oneri in caso di superamento delle scadenze, purché il versamento avvenga entro il 30 settembre (salvo eventuali proroghe).

La dichiarazione dovrà essere presentata esclusivamente tramite il servizio online dedicato,  disponibile nell’area riservata del sito web della Cassa Geometri “Adempimenti Dichiarativi” entro il 30 settembre 2020. In sede di comunicazione dei redditi, il professionista potrà optare per il pagamento della contribuzione dovuta tra le seguenti modalità:

    • unica soluzione con pagamento da effettuarsi entro il 30 settembre 2020;

    • piano di ammortamento in 4 rate di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 1,00% annuo, con prima rata scadente il 30 settembre 2020;

    • piano di ammortamento in 10 rate di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 2,50% annuo, con prima rata scadente il 30 settembre 2020.

COMPENSAZIONI

Come per gli anni precedenti, è possibile utilizzare i crediti fiscali per effettuare il versamento della contribuzione Cassa, utilizzando a tale fine il modello F24 Accise, il quale deve essere compilato in modo da risultare a saldo zero, ovvero in modo da pagare la contribuzione Cassa solo nel limite nel credito stesso. Prima di attivare qualsiasi versamento alla Cassa e almeno 15 giorni prima della presentazione della dichiarazione, si dovrà compilare il modello F24 Accise utilizzando i seguenti codici tributo:

Contributi Codice F24 Anno
Contributo soggettivo minimo GE01 2020
Contributo soggettivo autoliquidazione GE11 2019
Contributo integrativo minimo GE21 2020
Contributo integrativo autoliquidazione GE31 2019
Contributo di maternità GE51 2020
Contributo soggettivo accessorio GE81 2019

Dopo l’invio della delega all’Agenzia delle Entrate, l’importo verrà acquisito dalla Cassa Geometri.

Ove il credito fiscale non sia sufficiente per coprire l’importo dovuto, il modello F24 Accise deve essere compilato a saldo zero, quindi inserendo solo la parte di contribuzione dovuta corrispondente al credito disponibile. Una volta acquisito dalla Cassa il pagamento, sarà possibile utilizzare il servizio che verrà attivato nel sito della Cassa per calcolare la contribuzione residua dovuta ed effettuarne il versamento.

Contributo volontario

A partire dal 2020 è possibile versare facoltativamente una quota aggiuntiva di contributo soggettivo variabile dall’1% al 10% del reddito dichiarato ai fini IRPEF (fino al limite reddituale pari nel 2020 a € 154.350,00).

In tal modo è possibile beneficiare di vantaggi fiscali e previdenziali:

  • accesso ad un’integrazione pensionistica: la contribuzione volontaria versata dà luogo ad una quota di pensione aggiuntiva al trattamento di base;

  • guadagno fiscale: il contributo volontario versato è interamente deducibile dal reddito.

L’importo del contributo volontario è direttamente correlato all’entità della prestazione futura: maggiore è il versamento che si decide di effettuare, più alto sarà il supplemento previdenziale.

La scelta di effettuare il versamento del contributo volontario deve essere effettuata entro il 30 settembre, contestualmente alla dichiarazione dei redditi. Il pagamento del contributo volontario deve essere effettuato entro il 31 dicembre, in un’unica soluzione.

Versamenti contributivi

Versamento dei minimi

Per l’anno 2020, il servizio Portale Pagamenti – “Pagamento Contributi Anno Corrente”, propone automaticamente n. 3 rate con cui saldare la contribuzione minima dovuta, in base alle scadenze del 27 aprile, 27 giugno e 27 agosto.

E’ possibile decidere in modo flessibile quali rate pagare e quando, senza che vengano applicati maggiori oneri in caso di superamento delle scadenze, purché il versamento avvenga entro il 30 settembre (salvo eventuali proroghe).

Dal 2021 i contributi minimi saranno suddivisi in 4 rate bimestrali (27 febbraio, 27 aprile, 27 giugno e 27 agosto).

In sede di comunicazione dei redditi, il professionista potrà optare per il pagamento della contribuzione dovuta (versamento del residuo dei minimi e l’eventuale autoliquidazione), tra le seguenti modalità:

  • in unica soluzione, con scadenza entro il 30 settembre;
  • in 4 rate, la prima scadente il 30 settembre  con applicazione di un tasso di interesse di rateazione del 1,00% su base annua;
  • in 10 rate, la prima scadente il 30 settembre  con applicazione di un tasso di interesse di rateazione del 2,50% su base annua